ISTOBAL impianta una filiale in Brasile continuando la propria strategia di espansione

By 25 julio, 2013Sin categoría
tira brasil ISTOBAL, l’impresa spagnola leader in disegno, fabbricazione e commercializzazione di soluzioni di lavaggio per l’autotrasporto, ha appena costituito una nuova filiale nello stato di São Paulo (Brasile) per poter stabilire e sviluppare a livello locale le operazioni commerciali, di montaggio finale e di assistenza tecnica.Questa nuova filiale denominata ISTOBAL do BRASIL Ltda. rappresenta un’entrata diretta dell’impresa valenziana nel mercato brasiliano, uno dei capisaldi della strategia di internazionalizzazione e di espansione che l’impresa sta realizzando nel continente americano, strategia già iniziata nel 2011 con l’espansione di ISTOBAL USA Corp., la cui sede è a Bristol (Virginia). Da allora, la filiale nordamericana si occupa localmente, oltre che della commercializzazione e dell’assistenza tecnica, dell’assemblaggio e della logistica finale degli impianti di lavaggio specifici per il mercato statunitense.L’ampia esperienza ottenuta finora nel mercato nordamericano è servita all’impresa come modello di riferimento per impiantare direttamente la propria attività in un altro mercato di difficile accesso dal punto di vista dell’esportazione, come appunto il Brasile, paese con forti restrizioni per l’importazione ed elevate tariffe doganali imposte ai prodotti provenienti dall’estero. Il potenziale di crescita del settore del lavaggio dei veicoli in questo paese ha condotto l’impresa a impiantare una filiale locale con delle installazioni di 2.000 m2 e un organico attuale di 13 persone che si prevede aumenterà progressivamente fino a 27 persone nel 2015. Il fatturato calcolato dall’impresa per il mercato brasiliano raggiungerà nei prossimi anni i 3 milioni di euro già previsti per il 2015.Gli obiettivi principali di questa nuova filiale sono, in un primo momento, l’agilità nello sviluppo di impianti per rispondere alle necessità specifiche di un mercato diretto in particolare verso il lavaggio di veicoli industriali e, a lunga scadenza , lo stabilirsi nel paese per diventare un riferimento di qualità nel mercato brasiliano.L’insediamento di filiali e di impianti di assemblaggio finale all’estero, come anche la recente acquisizione dell’impresa francese FDI+, leader nello sviluppo e la fabbricazione di impianti di lavaggio di treni e tram, sono solo un’ulteriore dimostrazione della scommessa dell’impresa valenziana sull’internazionalizzazione di tutte le sue gamme di prodotto, contando sul fatto che attualmente più del 70% del fatturato totale dell’impresa proviene dall’estero. L’impresa esporta i propri impianti di lavaggio dal 1970 a più di 62 paesi, lavora con un’ampia rete di distributori in tutto il mondo e conta attualmente su sei filiali e due impianti di assemblaggio finale in Europa, a cui si sommano le due filiali e impianti di assemblaggio del continente americano.